NB: Il contenuto della presente pagina fa riferimento a quanto è contenuto nel sito www.cittametropolitana.na.it alla sezione amministrazione trasparente sotto sezione pianificazione territoriale alla quale rimandano i link delle viste sottostanti.

Pianificazione e governo del territorio ai sensi dell'art. 39 del D.Lgs. 33/2013

Art. 39, c. 1, lett. a), D.Lgs. n. 33/2013 (da pubblicare in tabelle)" Atti di governo del territorio quali, tra gli altri, piani territoriali, piani di coordinamento, piani paesistici, strumenti urbanistici, generali e di attuazione, nonché le loro varianti

Art. 39, c. 1, lett. b), D.Lgs. n. 33/2013 Per ciascuno degli atti:

  1. schemi di provvedimento prima che siano portati all'approvazione
  2. delibere di adozione o approvazione
  3. relativi allegati tecnici

Piano Territoriale di Coordinamento

Il Piano Territoriale di Coordinamento è stato adottato con Deliberazione del Sindaco Metropolitano n. 25 del 29 gennaio 2016, pubblicata il successivo 3 febbraio, e dichiarata immediatamente eseguibile.

alla lista degli atti

Varianti ordinarie – Adeguamenti ai PUC vigenti

Il Regolamento Regionale di attuazione per il governo del territorio n. 5 del 4 agosto 2011 prevede, all'art. 3 comma 4, che: ... Per il piano urbanistico comunale (PUC) e le relative varianti e per i piani di settore a livello comunale e relative varianti, l'amministrazione provinciale, al fine di coordinare l'attività pianificatoria nel proprio territorio di competenza, dichiara, entro sessanta giorni dalla trasmissione del piano completo di tutti gli elaborati, la coerenza alle strategie a scala sovra comunale individuate dall'amministrazione provinciale anche in riferimento al proprio piano territoriale di coordinamento provinciale (PTCP) vigente.

alla lista delle varianti

Piano Urbanistico Comunale - Dichiarazione di coerenza

Il Regolamento Regionale di attuazione per il governo del territorio n. 5 del 4 agosto 2011 prevede, all'art. 3 comma 4, che: ... Per il piano urbanistico comunale (PUC) e le relative varianti e per i piani di settore a livello comunale e relative varianti, lamministrazione provinciale, al fine di coordinare lattività pianificatoria nel proprio territorio di competenza, dichiara, entro sessanta giorni dalla trasmissione del piano completo di tutti gli elaborati, la coerenza alle strategie a scala sovra comunale individuate dallamministrazione provinciale anche in riferimento al proprio piano territoriale di coordinamento provinciale (PTCP) vigente.

alla lista delle dichiarazioni

Varianti mediante procedure negoziate

L'Amministrazione provinciale esprime il proprio parere e/o la dichiarazione di coerenza alle proprie strategie territoriali a scala sovracomunale in seno alle conferenze di servizi convocate dall'amministrazione procedente per l'esame di varianti alla strumentazione urbanistica comunale.

alla lista delle varianti

Varianti semplificate

Ai sensi dellart. 3 comma 4, e dellart. 4 comma 2, del Regolamento Regionale di Attuazione per il Governo del Territorio n. 5 del 4 agosto 2011, lAmministrazione provinciale emette, entro 30 giorni dalla trasmissione, la dichiarazione di coerenza alle proprie strategie territoriali a scala sovracomunale in ordine alle varianti agli strumenti urbanistici comunali adottate con la procedura semplificata di cui all'art. 19 del DPR n. 327/2001 per la realizzazione di opere pubbliche o di pubblica utilità.

alla lista delle varianti

Piano Urbanistico Attuativo - osservazioni

Il Regolamento Regionale di Attuazione per il Governo del Territorio n. 5 del 4 agosto 2011, all'art. 10 comma 5, prevede che: "Al fine di garantire la funzione di coordinamento dell'attività pianificatoria, l'amministrazione comunale prima dell'approvazione trasmette il PUA all'amministrazione provinciale per eventuali osservazioni da rendere entro trenta giorni dalla trasmissione del piano completo di tutti gli elaborati. Decorso tale termine la Giunta comunale procede all'approvazione del PUA".

alla lista delle osservazioni